Dolci di Natale – Panettone tradizionale

Ciao tutti! 

Oggi impareremo la ricetta per panettone tradizionale!

Panettone tradizionale

Ingredienti

  • 315 g farina 0
  • 200 g di burro
  • 165 g di zucchero
  • 200 g di canditi misti
  • 110 g uvetta ammollata in acqua e Marsala
  • 30 g di miele
  • 12 g di lievito di birra fresco
  • 5 tuorli
  • vaniglia
  • lievito madre
  • sale
  • olio di semi
  • 1 limone.

Procedimento

  1. Pesate 250 g di farina e 100 g di zucchero. Nella ciotola dell’impastatrice mettete 90 g di lievito madre e 100 g di acqua e scioglietelo. Aggiungete alla ciotola poca farina, un cucchiaio di zucchero e il lievito di birra. 
  2. Iniziate a impastare. Unite il primo tuorlo, un cucchiaio di zucchero e impastate ancora. Aggiungete farina, tuorli e zucchero sino a finire.
  3. Unite 90 g di burro morbido, diviso in pezzetti, e impastate bene perché si assorba tutto. Prendete ora un contenitore cilindrico, abbastanza alto, ungetelo con l’olio di semi e versateci dentro l’impasto, che lascerete lievitare coperto, sino a che non triplicherà il suo volume.
  4. Riprendete l’impasto, mettetelo ancora nell’impastatrice.
  5. Intanto pesate 65 g di zucchero e 65 g di farina. Aggiungete all’impasto 30 g di acqua e 30 g di zucchero preso dai 65. Unite un po’ di farina e aggiungete poi, come per il primo impasto, 4 tuorli e il resto di zucchero e farina. Unite 3,5 g di sale con il 4 tuorlo e per ultimo il miele.
  6. Alla fine mettete 80 g di burro, poco alla volta, mescolando bene perché si amalgami. In un piccolo tegame mettete 30 g di burro, l’uvetta strizzata, i canditi, i semi del bacello di vaniglia, la scorza di un limone.
  7. Unite tutto all’impasto, mescolate per un minuto e poi lasciate riposare per 30 minuti. 
  8. Dividete l’impasto a metà, coprite ogni panetto e lasciate riposare per 40 minuti. Chiudeteli singolarmente in un sacchetto alimentare, metteteli in forno a 30° e lasciateli lievitare fino a che non raddoppieranno di volume.
  9. A questo punto toglieteli dal forno, liberateli dai sacchetti e lasciateli riposare ancora per 30 minuti. 
  10. Incidete la superficie di ogni panettone a croce, mettete un fiocchetto di burro su ogni superficie e infornate in forno statico a 165° per 40 minuti circa.
  11. Negli ultimi 10 minuti alzate il forno a 175°. Togliete i panettoni dal forno, infilzatene la base con due stecchi da spiedo e lasciateli raffreddare capovolti per una notte. 

Ricetta per gentile concessione di https://www.lacucinaitaliana.it/tutorial/i-consigli/panettone-a-casa/

Tradizioni di Natale

Ciao a tutti!

L’inizio di dicembre segna, insieme all’ultimo mese dell’anno, la mia festa preferita – Natale! Questo mese, mi divertirò a scrivere di tradizioni, canti di Natale e ricette speciali per Natale! Oggi ci godremo alcune tradizioni natalizie dal Regno Unito, dall’Italia, dal Portogallo, dalla Francia e dalla Spagna!

Quali sono alcune tradizioni natalizie nel tuo paese?

Il Regno Unito

  • “Deck the Halls” era in origine una canzone pagana di Yuletide, con la melodia tratta da una canzone gallese del 16 ° secolo (“Nos Galan”) e la ripetizione “fa la la” che risale forse alle ballate medievali. I testi in inglese (del compositore scozzese Thomas Oliphant) non arrivarono fino al 1862.
  • Le cartoline natalizie, che hanno avuto origine in Inghilterra, furono inviate per la prima volta negli anni 1840.
  • Le persone adorano decorare un albero di Natale e “litigare” sui Cracker di Natale.
  • Agrifoglio ed edera sono usati anche come decorazioni, e le persone servono il Christmas Pudding, un budino composto da molti frutti secchi tenuti insieme da uova e strutto, a volte inumidito da melassa e aromatizzato con cannella, noce moscata, chiodi di garofano, zenzero e altre spezie.

L’Italia

  • Secondo la leggenda italiana, una strega gentile chiamata “La Befana” vola sulla sua scopa nella notte del 5 gennaio, portando doni a bambini meritevoli e pezzi di carbone ai cattivi.
  • Davanti alla cattedrale di San Pietro, nella Città del Vaticano, viene montato un enorme albero di Natale e molte famiglie acquistano i biglietti per entrare nella messa festiva di mezzanotte che è tenuta dal Papa.
  • Tutto il mese di dicembre è pieno di gioia, c’è un’atmosfera festosa, ei mercatini di Natale con bancarelle varie servono cibo tipico, dolci natalizi e regali.
  • Il 6 dicembre, molte famiglie celebrano il giorno di San Nicola. I bambini scrivono lettere a San Nicola chiedendo doni e appendono un calzino alla vigilia di San Nicola.
  • Durante le feste natalizie e il Natale in Italia, un presepe viene solitamente allestito nelle chiese, nelle piazze e spesso nelle case ed è per molti la parte più importante delle decorazioni natalizie.
  • La vigilia di Natale, come nella vecchia tradizione cattolica, spesso durante il giorno non si mangia cibo in quanto è un giorno veloce. Le celebrazioni festive iniziano dopo la messa di mezzanotte. Al giorno d’oggi, Babbo Natale porta i regali ai bambini alla vigilia di Natale.

Il Portogallo

  • “O Come, All Ye Faithfull”, originariamente scritto in latino nel 17 ° secolo, è stato attribuito al re Giovanni IV del Portogallo.
  • La vigilia di Natale le famiglie portoghesi si riuniscono intorno all’albero di Natale e al presepe per celebrare la nascita di Gesù. Il cattolicesimo è la religione principale in Portogallo. Pertanto, il nido è una parte molto importante della celebrazione. Tradizionalmente, i bambini sono incaricati di raccogliere materiali per il nido.
    La maggior parte dei bambini scrive lettere a Gesù Bambino chiedendo regali, non a Babbo Natale.
  • Alcune famiglie apriranno i regali (che vengono visualizzati intorno all’albero di Natale) la vigilia di Natale verso mezzanotte. Altri li aprono la mattina del 25, il giorno di Natale. Alcune famiglie mettono una scarpa (“sapatinho”) di ogni bambino vicino al camino (poiché la maggior parte delle cucine in Portogallo ne ha una) o accanto al camino invece di una calza.
  • Il giorno di Natale, la gente mangia il tacchino ripieno a pranzo e i dolci tradizionali.
  • Durante le festività natalizie le città sono decorate con luci.
  • I festeggiamenti terminano il 6 gennaio, “Dia de Reis”.

La Francia

  • “Il est né, il divin enfant”, che è stato registrato da tutti da Plácido Domingo e The Chieftains a Annie Lennox, è un classico canto francese.
  • Le quattro settimane prima di Natale sono dedicate ai preparativi per il Natale. Il 1 ° dicembre, i bambini aprono la loro prima “finestra / porta” nel calendario dell’Avvento. Questa tradizione natalizia francese rende i bambini ancora più entusiasti dei prossimi eventi natalizi.
  • “I tredici dessert” è una tradizione natalizia francese provenzale, ma vale la pena menzionare perché sembra così “stimolante” – puoi immaginare di avere 13 dessert dopo la principale (grande) festa di Natale? In Francia sono importanti in quanto simboleggiano Cristo e i 12 apostoli durante l’Ultima Cena. I dolci tipici includono frutta, noci e dolci come fichi secchi, nocciole o noci, mandorle e uva secca o un dolce chiamato Pompe à l’huile. Come parte di questa tradizione natalizia in Francia, ognuno deve assaggiare ogni dessert per avere fortuna per il prossimo anno.
  • Il vin brulé è popolare nei bar e nei mercatini natalizi francesi, anche se non lo si vede molto nelle case francesi. Durante la cena di Natale è richiesto un ottimo vino e lo Champagne è un imperativo.
  • I bambini francesi mettono le loro scarpe vicino al camino in modo che Père Noël possa trovarli e riempirli di piccoli regali o dolcetti.
  • Il vischio è popolare nelle tradizioni natalizie francesi e usato come importante oggetto decorativo. La gente lo appende sopra la porta durante il periodo natalizio, dove si presume che porti fortuna nel prossimo anno.
  • Questi sono i presepi o asili nido esposti in molte case francesi. Ci sono piccole figure di argilla chiamate santoni o santi nell’asilo, che puoi comprare dai mercatini di Natale. Ci sono un sacco di pezzi disponibili per la vendita in modo da poter creare un piccolo o grande asilo nido a casa.
  • Il 6 gennaio è un giorno per celebrare l’arrivo dei Tre Re. Alcuni posti in Francia eseguono una processione di strada dei Re Magi per i bambini da guardare.

La Spagna

  • In Catalogna, in Spagna, hanno una tradizione vacanziera unica e bizzarra conosciuta come la Caga Tió, o registro di pooping. I bambini decoreranno un piccolo tronco aggiungendo gambe di legno, una faccia, vestiti e un cappello catalano. Terranno il registro a casa o a scuola, alimentando ogni giorno piccoli pezzi di pane o frutta. La vigilia di Natale o il giorno di Natale, hanno colpito la Caga Tió con un bastone mentre cantavano una canzone speciale che lo incoraggiava a cacare un sacco di dolci, come il torrone (un dolce popolare), per loro.
  • Hai mai sentito parlare di King Cake, il dolce popolare servito a New Orleans durante la stagione del Mardi Gras? Gli spagnoli hanno una tradizione simile a servire un anello di pane dolce conosciuto come Roscón de Reyes il 6 gennaio, durante le celebrazioni di Día de Reyes (il giorno dei re), per commemorare l’arrivo dei 3 Saggi. Questo dolce natalizio è solitamente guarnito con mandorle tritate, frutta candita e zucchero a velo, e talvolta imbottito con panna montata o crema di mandorle. Di solito c’è una figurina di Gesù bambino (o una fava secca per rappresentarlo) infilata nella torta, e la persona fortunata che lo trova può comprare il roscón dell’anno successivo.
  • Oltre a Natale, c’è un altro festival che si celebra in Spagna, che riguarda la storia di Natale. Si chiama Epifania e si celebra il 6 gennaio. In spagnolo, l’Epifania è chiamata “Fiesta de los tres Reyes Mages”: in inglese significa “Il festival dei tre re magici”.
  • La maggior parte delle famiglie mangia il pasto principale di Natale la vigilia di Natale prima del servizio. La tradizionale cena di Natale spagnola è stata “Pavo Trufado de Navidad”, che è la Turchia ripiena di tartufi (i funghi, non quelli di cioccolato!) O “Pularda asada” (una gallina arrostita), anche se non sono comunemente mangiati ora. In Galizia (una regione nel nord-ovest della Spagna, circondata dall’acqua) il pasto più popolare per la vigilia di Natale e per il giorno di Natale è il pesce. Questo può essere di tutti i tipi di frutti di mare diversi, dai molluschi e molluschi, alle aragoste e ai piccoli granchi commestibili.
  • I deserti e i dolci popolari includono “mazapán” (fatto di mandorle, zucchero e uova), “torrone” (fatto di miele e mandorle tostate) e “polvorones” (fatto di farina, burro e zucchero).
  • Dopo il servizio di mezzanotte, una vecchia tradizione era che le persone passeggiassero per le strade portando torce, suonando chitarre e suonando tamburi e tamburi. Un detto spagnolo è ‘Esta noche es Noche-Buena, Y no Es noche de dormir’ che significa ‘Stanotte è la buona notte e non è pensata per dormire!’
  • Alcune lingue diverse sono parlate in diverse regioni in Spagna. In spagnolo Happy / Merry Christmas è ‘Feliz Navidad’; in catalano è “Bon Nadal”; in Galizia “Bo Nadal”; e in basco (o Euskara in basco) ‘Eguberri su’. Buon Natale / Buon Natale in molte altre lingue.
  • Il 28 dicembre è “Día de los santos inocentes” o “Day of the Innocent Saints” ed è molto simile a April Fools Day nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Le persone cercano di ingannarsi a vicenda credendo a storie e barzellette sciocche. Anche i giornali e le emittenti televisive fanno storie sciocche. Se prendi in giro qualcuno, puoi chiamarli “Inocente, inocente” che significa “innocente, innocente”.

Si prega di trovare sotto le fonti per le informazioni di cui sopra!

https://www.kids-world-travel-guide.com/christmas-in-italy.html

https://www.momondo.com/discover/article/christmas-traditions-around-the-world

http://www.worldholidaytraditions.com/en-us/countries/portugal.aspx

https://www.expatica.com/fr/out-and-about/french-christmas-traditions-christmas-traditions-in-france_871680.html

https://greenglobaltravel.com/christmas-traditions-around-the-world/

https://www.whychristmas.com/

Tempo libero

Ciao a tutti!

Benvenuto al martedì italiano! Oggi impareremo del tempo libero!

 

– Mi piace leggere e guardare programmi TV nel mio tempo libero. Cosa ti piace fare?

– Sono un appassionato di sport e mi diverto a giocare il calcio e guardare le partite di calcio nella TV!

 

Cucinare e condividere un pasto con gli amici.

Fare esercizio in palestra o praticare sport come il calcio o il basket.

Giardino – a seconda dello spazio disponibile, puoi scegliere di piantare fiori, verdure o erbe e mantenere il tuo giardino annaffiandolo, tirando le erbacce e alimentandolo con fertilizzante.

Andare a pescare trote / crappie / orate / luccio del nord, ecc.

Uscire con gli amici, o in un pub o bar, o cenare in un ristorante, fare un barbecue o prendere un caffè.

Vai a fare acquisti per vestiti o forniture.

Vai in spiaggia e goditi una bella alba / tramonto. Crogiolarsi al sole.

Vai al cinema per guardare un film. Puoi scegliere tra Azione, Commedia, Documentario, Dramma, Horror, Musical, Fantascienza, Thriller.

Vai al parco e fai un picnic o goditi una bella passeggiata.

Ascoltare musica. Forse preferisci il pop, il rock, l’hip hop, il rhythm & blues, il blues, il jazz o il classico, il soul, l’heavy metal.

Suona uno strumento musicale come il pianoforte, la chitarra, il violino, il violoncello, il flauto, la fisarmonica a piano, l’organo a bocca, il flauto di Pan, il clarinetto, il sassofono, la tromba.

Gioca ai video giochi

Leggere. Se ti piace la narrativa, puoi provare romanzi, racconti, crime fiction, romanticismo, ecc. Se ti piace la non-fiction, puoi leggere biografie, autobiografie o libri su storia, scienza, filosofia, religione o qualsiasi altro argomento chi sono interessante.

Passare del tempo con la famiglia.

Navigare in Internet

Viaggia verso nuove ed eccitanti destinazioni.

Visita un museo o una galleria d’arte.

Guardare la tv. Puoi scegliere tra Notizie, Telenovela, Drammi, Reality TV, Sit-Com, Talk Show, Documentari, Cartoni animati, Giochi, Programmi sportivi, Film.

Scrivi nel tuo diario o inizia un blog o scrivi una breve storia.

Trasporto verso Luoghi di una Città

Ciao a tutti!

Benvenuti nel martedì italiano! Oggi apprenderemo del trasporto in una città e dei principali punti di interesse quando si viaggia!

– Dobbiamo arrivare al Museo alle 11:00! Potremmo prendere l’autobus, di solito arriva in orario!

– Penso che dovremmo prendere un taxi. Non voglio essere in ritardo!

Aereo

Bicicletta

Barca

Autobus

Auto

Elicottero

Motociclo

Nave

Sottomarino

Metropolitana

Taxi

Treno

Tram

Camion

Furgone

Yacht

 

Aeroporto

Forno

Banca

Bar

Libreria

Stazione degli autobus

Macelleria

Bar

Chiesa

Tribunale

Cinema

Stazione di servizio

Palestra

Parrucchiere

Ospedale

Hotel

Galleria

Negozio di alimentari

Prigione

Biblioteca

Centro commerciale

Museo

Motel

Posteggio

Farmacia

Stazione di polizia

Ufficio postale

Pub

Parco

Ristorante

Scuola

Supermercato

Stazione ferroviaria

Zoo

Cibo e bevande – Menu Ristorante

Ciao a tutti!

 

Benvenuto nel martedi italiano! Oggi impareremo come ordinare cibo in un ristorante!

 

– Ciao! Voglio un cheeseburger con patatine fritte e una coca cola!

– Anche io voglio un cheeseburger, ma niente patatine per me! Avrò una birra!

 

Minestre

Zuppa crema di pomodoro

Zuppa crema di vegetale

 

Insalate

Insalata Caesar

Insalata di tonno

Insalata Cobb

 

Piatti di pollo

Petto di pollo grigliato

Spiedini di pollo e verdure

Cotoletta di pollo

Ali di pollo

Crocchette di pollo

Hamburger di pollo

 

Piatti di maiale

Spiedini di maiale e verdure

Schnitzel di Maiale

Fettine di maiale al forno

 

Piatti di manzo

Rib-Eye alla griglia

Hamburger

Hamburger al formaggio

 

Pesce e frutti di mare

Spigola alla griglia o fritta

Salmone alla griglia o al forno

Frutti di mare in salsa piccante

Gamberetto fritto

Riso con gamberi fritti

Cozze in salsa rossa

 

Pasta

Spaghetti aglio, olio e pepperoncino

Penne al forno

Spaghetti Primavera

Penne quatro formaggi

 

Contorni 

Broccoli saltati

Verdure grigliate

Purea di patate

Riso

Spicchi di patate

 

Dolci

Torta al cioccolato

Gelato

Pancakes

Tortino al cioccolato con cuore morbido

Tiramisu

 

Bevande

Bicchiere di vino

Bottiglia di vino

Birra

Caffè

Cappuccino

Cioccolata calda

Come dire CHE ORA È

Ciao a tutti!

Benvenuti nel martedì italiano! Oggi impareremo come dire il tempo in italiano!

– Che ore sono?

– Scusa, che ore sono, per favore?

 

12:00 – Sono le dodici in punto / è mezzogiorno

12:05 – Sono le dodici e cinque

12:10 – Sono le dodici e dieci

12:15 – Sono le dodici e quindici / Sono le dodici e un quarto

12:20 – Sono le dodici e venti

12:25 – Sono le dodici e venticinque

12:30 – Sono le dodici e trenta / Sono le dodici e mezzo

12:35 – Sono le dodici e trentacinque

12:40 – Sono le dodici e quaranta / Sono le tredici meno venti

12:45 – Sono le dodici e quarantacinque / Sono le tredici meno un quarto

12:50 – Sono le dodici e cinquanta / Sono le tredici meno dieci

12:55 – Sono le dodici e cinquantacinque / Sono le tredici meno cinque

13:00 – Sono le tredici

14:00 – Sono le quatordici

00:00 – È mezzanotte

Numeri

Numeri cardinali  Numeri ordinali

1 – uno                               1 – primo

2 – due                               2 – secondo

3 – tre                                 3 – terzo

4 – quattro                        4 – quarto

5 – cinque                         5 – quinto

6 – sei                                6 – sesto

7 – sette                            7 – settimo

8 – otto                              8 – ottavo

9 – nove                             9 – nono

10 – dieci                           10 – decimo

11 – undici                        11 – undicesimo

12 – dodici                         12 – dodicesima

13 – tredici                        13 – tredicesimo

14 – quattordici       14 – quattordicesimo

15 – quindici                  15 – quindicesimo

16 – sedici                        16 – sedicesimo

17 – diciassette               17 – diciassettimo

18 – diciotto                     18 – diciottesimo

19 – dicianove            19 – diciannovesimo

20 – venti                          20 – ventesimo

30 – trenta                         30 – trentesimo

40 – quaranta                40 – quarantesimo

50 – cinquanta             50 – cinquantesimo

60 – sessanta                   60 – sessantesimo

70 – settanta                   70 – settantesimo

80 – ottanta                     80 – ottantesimo

90 – novanta                   90 – novantesimo

100 – cento                     100 –  centesimo

 

Giorni, Mesi, Stagioni

Giorni della settimana:

– Lunedi
– Martedì
– Mercoledì
– Giovedì
– Venerdì
– Sabato
– Domenica

Mesi dell’anno:

– Gennaio
– Febbraio
– Marzo
– Aprile
– Maggio
– Giugno
– Luglio
– Agosto
– Settembre
– Ottobre
– Novembre
– Dicembre

Stagioni:

– Primavera 🌷
– Estate 🏝
– Autunno ☔
– Inverno ❄

Ciao!

Tra le prime cose che devi imparare quando viaggi è dire “Ciao!”, presentati, e presentare alcune cose su di te.
– Ciao!

– Come stai?

– Io sto bene, grazie!

– Il mio nome è …

– Sono inglese / italiano / portoghese / francese / spagnolo.
– Da dove vieni?
– Vengo dall’Italia / dalla Sicilia / da Catania / dal Portogallo / da Lisbona / dalla Francia / da Parigi / dalla Spagna / da Barcellona.

– Piacere di conoscerti!

– Buongiorno! Buon pomeriggio! Buonasera! Buona notte!

– Addio!

– Buona serata!

– Scusami!

– Per favore!

– Grazie!

– Per favore, parla più lentamente!

– Potresti scriverlo per favore?

– Per favore ripetilo!

– Sì / No / Forse / Non capisco!

– Lei parla italiano?
– Parlo un po’di italiano!